Tagliatelle fritte romagnole – senza glutine

Ovviamente non potevano mancare le castagnole, le frappe che vi ho proposto lo scorso anno e questa nuova scoperta: le tagliatelle fritte romagnole di Carnevale.

Le conoscete? Io quando le ho scoperte mi sono chiesta: “Le tagliatelle fritte??”.

La curiosità però era troppa e quindi ho deciso di provare.

Si tratta di una tipica ricetta romagnola: questi dolcetti vengono aromatizzati all’arancia e caramellati, poi fritti e spolverizzati con lo zucchero a velo.

Dopo le frappe, credo siano le regine della fragranza!

Ingredienti:– 1 uovo – 60 gr di farina di riso + spianatoia – 20 gr di fecola di patate – 10 gr di farina di grano saraceno – 3/4 cc di zucchero semolato – Buccia di 1 arancia – Buccia di 1 limone – Olio per friggere – Zucchero a velo

Procedimento:

Prepararle è davvero semplicissimo, il procedimento è lo stesso di quello per le classiche tagliatelle; mettete quindi il mix di farine a fontana su una spianatoia e al centro mettete l’uovo.

Iniziate ad amalgamare pian piano, fino a quando non potrete lavorare il composto a mano.

Lavoratelo in modo da ottenere un impasto uniforme e liscio, poi infarinando bene la spianatoia, potete iniziare a stenderlo fino a uno spessore di 2/3 millimetri (vi consiglio di infarinare spesso sia la spianatoia che l’impasto, in quanto potrebbe risultare leggermente appiccicoso).

Una volta steso, cospargetelo con lo zucchero semolato e la buccia di limone e arancia.

A questo punto, è ora di tagliare le tagliatelle: il consiglio che vi do è di tagliare direttamente delle striscioline di mezzo centimetro e arrotolarle poi su sé stesse, potete anche arrotolare la sfoglia e tagliare le tagliatelle nel modo classico, ma essendo senza glutine, c’è un alto rischio che vi si rompa.

Una volta tagliate e arrotolate, mettete a scaldare l’olio e quando sarà pronto, iniziate a friggere.

Quando saranno dorate, toglietele e mettetele a scolare sulla carta assorbente da cucina o da fritto e aspettate che si intiepidiscano per spolverizzarle con lo zucchero a velo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *